Archivi Giornalieri: Luglio 16, 2019

Tivoli, giallo in ospedale, sparito corpo del neonato morto. La famiglia chiede giustizia per Roberto
Autore
Pubblicato in

Tivoli, giallo in ospedale, sparito corpo del neonato morto. La famiglia chiede giustizia per Roberto

“Ditemi dov’è il corpicino di mio figlio, devo sapere la verità”. Nessun dolore è più straziante di quello di perdere un figlio. Ma se al dolore della morte del tuo stesso sangue si aggiunge la scomparsa del suo corpo e l’impossibilità di piangerlo, il dolore si fa ancora più lancinante. Sembra una vicenda incredibile, paradossale. […]

Come il Potere censura le tematiche scomode e riprogramma l’opinione pubblica
Autore

Come il Potere censura le tematiche scomode e riprogramma l’opinione pubblica

| Censurare le tematiche scomode e riprogrammare le coscienze | Quando si vuole censurare una tematica scomoda (per es. Bibbiano di cui sono rimasti in pochissimi a parlare) o far penetrare nel tessuto sociale un’idea impensabile (avete presente la Finestra di Overton?), il Potere sguinzaglia i suoi psicopoliziotti applicando le seguenti regole che possiamo dividere […]

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso
Autore
Pubblicato in

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso

“A prima vista una merce sembra una cosa triviale, ovvia. Dalla sua analisi, risulta che è una cosa imbrogliatissima, piena di sottigliezza metafisica e capricci teologici. Finchè è valore d’uso non c’è nulla di misterioso in essa… Ma, appena si presenta come merce, il tavolo si trasforma in una cosa sensibilmente sovrasensibile. Non solo sta […]

Mojahedin-e Khalq (MEK):  dietro alla richiesta del rispetto dei diritti umani in Iran c’è dell’altro
Autore
Pubblicato in

Mojahedin-e Khalq (MEK): dietro alla richiesta del rispetto dei diritti umani in Iran c’è dell’altro

Ad Ashraf-3 – così si chiama il nuovo Quartier Generale della Resistenza Iraniana, in Albania – il Consigliere per la Sicurezza informatica della Casa Bianca, Rudy Giuliani, ha sostenuto il MEK come “valida alternativa al regime del terrore che da 40 anni opprime l’Iran” e ha definito Maryam Tajavi “l’unica vera rappresentante del popolo iraniano”.  […]