D'Auria Luca

Luca D’Auria nasce nel 1969 a Milano dove svolge la professione di avvocato penalista. Dopo la laurea collabora con la cattedra di procedura penale e medicina legale, tenendo docenze sull’utilizzo processuale della prova del DNA. Nel 2010 si iscrive al corso di laurea in filosofia della mente presso l’Università Vita-Salute del San Raffaele. E’ stato docente di diritto e procedura penale nel Master di Criminologia dell’Università Vita-Salute. Attualmente è docente di intelligenza artificiale e processo penale nel Master di Criminologia della Business School de Il Sole 24 Ore presso cui è anche docente di diritto penale dell’economia nei Master di…

Chi sono

Luca D’Auria nasce nel 1969 a Milano dove svolge la professione di avvocato penalista. Dopo la laurea collabora con la cattedra di procedura penale e medicina legale, tenendo docenze sull’utilizzo processuale della prova del DNA. Nel 2010 si iscrive al corso di laurea in filosofia della mente presso l’Università Vita-Salute del San Raffaele. E’ stato docente di diritto e procedura penale nel Master di Criminologia dell’Università Vita-Salute. Attualmente è docente di intelligenza artificiale e processo penale nel Master di Criminologia della Business School de Il Sole 24 Ore presso cui è anche docente di diritto penale dell’economia nei Master di Avvocato d’Affari e Giurista d’Impresa e nel Master JLS. Ha pubblicato svariati articoli di dottrina e testi di diritto oltre ad alcune ricerche sul rapporto tra scienze cognitive e decisione giudiziaria. E’ blogger de Il Fatto Quotidiano.  La sfida di oggi è il rapporto tra neuroscienze, giustizia ed intelligenza artificiale. E’ autore del programma radiofonico Abracadauria su RPL.

L’assurdità di farsi impiantare un microchip: dai rischi del controllo sociale a una nuova forma di droga per potenziare la mente
Autore

L’assurdità di farsi impiantare un microchip: dai rischi del controllo sociale a una nuova forma di droga per potenziare la mente

“Tutti i cretesi sono bugiardi”. Lo sostenne Epimenide, anch’egli cretese. È vera oppure falsa l’affermazione dello scrittore e pensatore vissuto in Grecia tra l’VIII e il VII secolo a.C.? Non esiste risposta. Comunque si gira la questione non vi è una soluzione logica possibile. Tutto questo potrebbe sembrare un mero gioco di parole; un rompicapo […]

Esiste il libero arbitrio? Il cervello algoritmico come macchina creatrice di idoli
Autore
Pubblicato in

Esiste il libero arbitrio? Il cervello algoritmico come macchina creatrice di idoli

Il cervello funziona come una biblioteca che, giorno dopo giorno, viene riempita di “libri” e dunque di informazioni. Queste informazioni sono raccolte nella memoria e vengono poi utilizzate come modelli operativi utili per prendere decisioni. Le tracce esperienziali recidivanti possono prendere la forma di veri e propri “idoli” cognitivi, indiscutibili e robustissimi. Essi sono capaci […]

L’effetto Lucifero: i codici di comportamento, la deresponsabilizzazione e la banalità del male
Autore
Pubblicato in

L’effetto Lucifero: i codici di comportamento, la deresponsabilizzazione e la banalità del male

“Ogni proposizione è una proposta che il destinatario [l’ascoltatore, ndr.] può riconoscere come vera. Questo riconoscimento è una comparazione di quanto detto con ciò che già si sa o si crede: è il rinvenimento di un rapporto di identificazione tra l’enunciato offerto e la totalità o le briciole di totalità già possedute. Il concetto di […]

Esiste il libero arbitrio? Chi è l’uomo e come si formano i suoi sentimenti
Autore
Pubblicato in

Esiste il libero arbitrio? Chi è l’uomo e come si formano i suoi sentimenti

| Le tre inautenticità cognitive che negano il mito del libero arbitrio. L’uomo come un algoritmo di se stesso | Nessun animale è più vanitosamente antropocentrico dell’uomo. L’uomo “al centro del mondo” – come unico essere razionale in una selva di irrazionalità – è il vero peccato di “hybris” dell’umanità (già metaforicamente e plasticamente raccontato […]

Benvenuti nel cyberpunk: crisi e contro-crisi della politica italiana
Autore

Benvenuti nel cyberpunk: crisi e contro-crisi della politica italiana

La dea realtà non guarda più i suoi abitanti dallo scranno della verità; quella palpabile, empirica, cruda e materiale. Una realtà-verità nata da Newton e cresciuta con l’ondata illuminista, il positivismo, il capitalismo e tutto quanto ci si è abituati a conoscere. O meglio, che crediamo (ancora) di conoscere. Il nostro fisico si muove in […]

Cyber-realtà: dalla moneta alla politica, è il trionfo del virtuale
Autore

Cyber-realtà: dalla moneta alla politica, è il trionfo del virtuale

«Gesù domandò loro: “Quanti pani avete?”. Dissero: “Sette, e pochi pesciolini”. Dopo aver ordinato alla folla di sedersi per terra, prese i sette pani e i pesci, rese grazie, li spezzò e li dava ai discepoli, e i discepoli alla folla. Tutti mangiarono a sazietà. Portarono via i pezzi avanzati: sette sporte piene. Quelli che […]

Caso benda sugli occhi: la zona grigia dell’autorità
Autore

Caso benda sugli occhi: la zona grigia dell’autorità

La sovranità – statuale – è potenza (“dynamis”) trasformata in atto (“energheia”). Ma la sovranità, nello Stato di diritto, è potenza che ha in sé anche l’ipotesi di non esercitarsi, di non divenire atto. Diversamente, la sovranità stessa, diverrebbe vendetta, espressione di violenza e forza bruta, non temperata dal “logos” della legge e dell’etica. È […]

Terrorismo: dal Pentagono una tecnologia per identificare le persone dal battito cardiaco
Autore

Terrorismo: dal Pentagono una tecnologia per identificare le persone dal battito cardiaco

“Dai latini verum e factum sono usati scambievolmente o, come si dice comunemente nelle scuole, si convertono”; detto altrimenti “il vero è il fatto stesso”. Sono parole di Giambattista Vico (De Antiquissima Italorum Sapientia, 1710), il più grande filosofo italiano di tutti i tempi. Con questa considerazione, secondo cui non vi sarebbe differenza di significato […]

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso
Autore
Pubblicato in

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso

“A prima vista una merce sembra una cosa triviale, ovvia. Dalla sua analisi, risulta che è una cosa imbrogliatissima, piena di sottigliezza metafisica e capricci teologici. Finchè è valore d’uso non c’è nulla di misterioso in essa… Ma, appena si presenta come merce, il tavolo si trasforma in una cosa sensibilmente sovrasensibile. Non solo sta […]

Verso il cyber-giudice: cosa rimane della sacralità della giustizia?
Autore

Verso il cyber-giudice: cosa rimane della sacralità della giustizia?

«Signor Marks in nome della sezione pre-crimine di Washington D.C., la dichiaro in arresto per il futuro omicidio di Sarah Marks e Donald Dubin che avrebbe dovuto avere luogo oggi 22 aprile alle ore 8 e 04 minuti». (Minority Report). Il mondo della giustizia respinge con sprezzo l’idea di un mondo in cui, alla toga, […]