D'Auria Luca

Luca D’Auria nasce nel 1969 a Milano dove svolge la professione di avvocato penalista. Dopo la laurea collabora con la cattedra di procedura penale e medicina legale, tenendo docenze sull’utilizzo processuale della prova del DNA. Nel 2010 si iscrive al corso di laurea in filosofia della mente presso l’Università Vita-Salute del San Raffaele. E’ stato docente di diritto e procedura penale nel Master di Criminologia dell’Università Vita-Salute. Attualmente è docente di intelligenza artificiale e processo penale nel Master di Criminologia della Business School de Il Sole 24 Ore presso cui è anche docente di diritto penale dell’economia nei Master di…

Chi sono

Luca D’Auria nasce nel 1969 a Milano dove svolge la professione di avvocato penalista. Dopo la laurea collabora con la cattedra di procedura penale e medicina legale, tenendo docenze sull’utilizzo processuale della prova del DNA. Nel 2010 si iscrive al corso di laurea in filosofia della mente presso l’Università Vita-Salute del San Raffaele. E’ stato docente di diritto e procedura penale nel Master di Criminologia dell’Università Vita-Salute. Attualmente è docente di intelligenza artificiale e processo penale nel Master di Criminologia della Business School de Il Sole 24 Ore presso cui è anche docente di diritto penale dell’economia nei Master di Avvocato d’Affari e Giurista d’Impresa e nel Master JLS. Ha pubblicato svariati articoli di dottrina e testi di diritto oltre ad alcune ricerche sul rapporto tra scienze cognitive e decisione giudiziaria. E’ blogger de Il Fatto Quotidiano.  La sfida di oggi è il rapporto tra neuroscienze, giustizia ed intelligenza artificiale. E’ autore del programma radiofonico Abracadauria su RPL.

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso
Autore
Pubblicato in

Il crimine come prodotto pop nel mercato “all you can eat” del vertiginoso

“A prima vista una merce sembra una cosa triviale, ovvia. Dalla sua analisi, risulta che è una cosa imbrogliatissima, piena di sottigliezza metafisica e capricci teologici. Finchè è valore d’uso non c’è nulla di misterioso in essa… Ma, appena si presenta come merce, il tavolo si trasforma in una cosa sensibilmente sovrasensibile. Non solo sta […]

Verso il cyber-giudice: cosa rimane della sacralità della giustizia?
Autore

Verso il cyber-giudice: cosa rimane della sacralità della giustizia?

«Signor Marks in nome della sezione pre-crimine di Washington D.C., la dichiaro in arresto per il futuro omicidio di Sarah Marks e Donald Dubin che avrebbe dovuto avere luogo oggi 22 aprile alle ore 8 e 04 minuti». (Minority Report). Il mondo della giustizia respinge con sprezzo l’idea di un mondo in cui, alla toga, […]